CHI SIAMO

Il vino è il risultato di passione, impegno e dedizione.

Storia

La mia storia vitivinicola inizia circa 15 anni fa, a Torino. Dopo aver conseguito il diploma di laurea in viticoltura ed enologia della Facoltà di Scienze Agrarie di Torino, mi sono trasferito nelle Langhe nel 2001, facendo esperienza come stagista in alcune cantine della zona.
In seguito ho lavorato presso affermate realtà vitivinicole dell’albese, dove ho iniziato a conoscere i più importanti vini del territorio: Barbera, Nebbiolo, Dolcetto e Moscato d’Asti .

Dopo alcune esperienze all’estero sono ritornato in Langa e nel 2010 ho potuto coronare il sogno della mia vita. La mia compagna Erika ed io,con nostro figlio Filippo, eravamo in cerca di casa e abbiamo visto l’annuncio di vendita di una vecchia cascina dell’800 con vigne annesse, situata nel comune di Neviglie.
Abbiamo colto l’occasione e, grazie al contributo della famiglia, abbiamo avviato l’azienda vitivinicola.

Per i primi 2 anni (2011-2012) ho svolto l’attività di viticoltore mentre nel 2013, terminata la costruzione della cantina, ho avviato la produzione di Moscato d’Asti docg, Moscato passito,Dolcetto d’Alba e spumante metodo classico.

Le Vigne

Le nostre vigne sono situate nel comune di Neviglie per un’estensione totale di 6,5 ettari, tutte caratterizzate da un’età media molto elevata (45 anni).

La maggior parte di esse è costituita da Moscato d’Asti (5 ha), quasi tutte situate su un unico versante esposto a sud-sudovest, affacciate su Treiso e sul Monviso ad un’altitudine media di 450 m slm. Unica eccezione è la vigna “bricco est” che, come suggerisce il nome stesso, guarda ad est verso il paese di Mango ad un’altitudine di 550 m slm.

Sullo stesso versante, proprio sotto la cantina, si trova il più giovane dei nostri vigneti:1 ettaro di pinot nero impiantato nel 2012.
Ritornando sul versante a sud troviamo la piccola vigna di dolcetto per un’ estensione di 0,5 ettati.

Terreni ripidi, argillosi con alcune vene sabbiose ci permettono di ottenere un’eccellente qualità delle uve e quindi dei vini ottenuti.
Caratterizzato da inverni non troppo rigidi, nonostante l’altitudine, e da estati fresche, le vigne godono di un clima fresco e asciutto particolarmente adatto per il moscato e per lo spumante metodo classico.